PREMESSE

Oggi i malati di Alzheimer sono circa 18 milioni nel mondo, 500.000 in Italia, ma secondo le stime dell'Alzheimer's Disease International (ADI) il dato è destinato a raddoppiare entro il 2025 come conseguenza dell'invecchiamento della popolazione. La demenza colpisce una persona su 20 oltre i 65 anni e una su 5 oltre gli 80. Eppure il problema è ancora sottovalutato e a rimetterci sono sempre più i malati e le loro famiglie, anche in un piccolo territorio quale il Comune di Trichiana.
Da questa consapevolezza nasce l'idea di promuovere anche a Trichiana il "Caffè Alzheimer", un luogo dove persone affette da demenza, familiari che li assistono, caregivers, operatori, volontari, possono ritrovarsi, bere una bibita o un caffè insieme e, grazie al confronto con esperti del settore, ricevere informazioni e scambiarsi esperienze. Questo con la convinzione che un clima e un'atmosfera rilassati tra persone coinvolte nello stesso problema possano offrire la possibilità di uscire dal tabù che spesso circonda tale malattia.
Per il familiari è importante poter parlare con persone competenti da cui ricevere informazioni su come comportarsi, sul significato della malattia e sulle possibili forme di assistenza attuabili.

OBIETTIVI

I principali obiettivi del progetto sono:

offrire una concreta opportunità di affiancamento alle famiglie che assistono persone con demenza, potenziando un percorso di rottura con l'isolamento sociale attraverso il supporto nella gestione delle problematiche quotidiane (disturbi comportamentali, pasti, igiene, assistenza, affettività, mobilitazione, ecc.);
fornire informazioni sulla malattia, sull'assistenza e sui servizi a supporto;
aiutare i familiari a individuare i problemi e le possibili soluzioni;
offrire informazioni sulle modalità di accesso ai servizi;
svolgere funzione di monitoraggio dei bisogni e delle problematiche delle famiglie nel territorio del Comune di Trichiana;
facilitare l'apertura alle relazioni della famiglia del malato.

DESTINATARI

Familiari che si prendono cura quotidianamente di persone affette da demenza o Alzheimer, operatori e volontari.

TEMPI e MODALITA' DI INTERVENTO

Il "Caffè Alzheimer" prevede 1 incontro mensile, il secondo martedì di ogni mese dalle 17.30 alle 19.00, ad ogni incontro sarà presente una diversa figura professionale e verra' trattato un tema specifico con la possibilità per i partecipanti di porre domande al professionista e fare un libero scambio di vissuti.

RISORSE UMANE

Personale docente: medico di medicina generale, assistente sociale, psicologo, fisioterapista, logopedista, infermieri, educatori, OSS, infermiere geriatrico;

LOGISTICA

Sede della Consulta degli Anziani (presso ex Albergo Prealpi) dalle 17.30 alle 19.00 del secondo martedì di ogni mese.

VALUTAZIONE

Ai fini di una valutazione obiettiva dell'efficacia del progetto, al primo incontro verrà somministrato ai partecipanti un questionario per definire il quadro della situazione vissuta (conoscenza della malattia e del malato, risorse familiari, criticità, servizi coinvolti, informazioni già ricevute, conoscenza della rete di servizi, ecc.); lo stesso questionario verrà riproposto al termine dei mesi di percorso informativo.

Clicca qui per scaricare il volantino 2018 con tutti gli incontri

VOLANTINO_CAFFE_ALZHEIMER_2018

Centri Servizi per l'Anziano "dr. Piergiorgio Sbardella" di Mel e "Madonna della Salute" di Trichiana

 

BV certification 9001

ACCREDIA

BV certification 18001

unkas